Numeri pubblicati

Premio  Future Shock

Cattedre di fantascienza

FUTURE SHOCK

Pubblicazione di saggistica e narrativa di fantascienza

Anno XXII - giugno 2010 - n.56 (nuova serie)

I nostri link

Concorsi letterari vari

Future Shock e la stampa

Home

Future Shock n.56

Editoriale

Saggistica

Narrativa

Recensioni

Biblioteca

Cinema

Notizie

Lettere

 

S A G G I S T I C A

Immagine

Enrico Leonardi

Immagine

Guido Pagliarino

Jacques Sternberg: incerto fra fantascienza e surrealismo di Luigi Cazzato;

Stanislaw Lem - Il pianeta del silenzio di Giovanna Jacob;

La ragione: “In cerca di Sant´Aquino” di A. Boucher di Enrico Leonardi;

Robert Silverberg e l´animalismo antiumanistico di Guido Pagliarino

 
Rispetto a quella di Vonnegut, la fantascienza di Jacques Sternberg, autore belga naturalizzato francese, è di difficile collocazione. Questo, sia per la particolarità dell’autore sia per quella del paesaggio fantascienza francese. Sternberg comincia a scrivere negli anni successivi à l’âge d’or della fantascienza francese, negli anni in cui avveniva l’invasione di quella americana (leggi tutto)
Ecco la storia. In un futuro imprecisato ma molto lontano la Terra, assieme a Venere e a Marte, è dominata da una dittatura, la Tecnarchia, che la regge dopo una catastrofe atomica. Il mondo è diviso in centri metropolitani altamente tecnologici, e in zone periferiche, villaggi isolati e poco controllati (leggi tutto)
leggi.gif (13047 byte)