Numeri pubblicati

Premio  Future Shock

Cattedre di fantascienza

FUTURE SHOCK

Pubblicazione di saggistica e narrativa di fantascienza

Anno XXVII - ottobre 2015 - n.70 (nuova serie)

I nostri link

Concorsi letterari vari

Future Shock e la stampa

 
Home

Future Shock n.70

Editoriale

Saggistica

Narrativa

Poesia

Recensioni

Biblioteca

Cinema

Notizie

Lettere

 

critica02.gif (14472 byte)

 

S   A  G  G  I  S  T  I  C  A

Bova.jpg (23517 byte)

Scacco.jpg (29485 byte)

Fantascienza e realtà di Ben Bova

La "guerra dei sessi" nella fantascienza di Enrico Leonardi

Fantascienza e utopia (2a parte) di Antonio Scacco

torta.gif (7151 byte)

Rifacendo il verso alla storia di Playboy, Asimov intitolò il suo racconto Playboy e il dio limaccioso, o secondo altre versioni Playboy e il dio bavoso. È la storia di una razza di alieni repellenti, specie di ragni coperti di bava, che comunicano attraverso policromi lampi luminosi e si riproducono per partenogenesi. Una astronave di questi alieni, in giro per la Galassia a studiare altre forme intelligenti, dedica una delle proprie esplorazioni ai terrestri, inviando un osservatore a esaminare gli abitanti del pianeta Terra. L'investigatore Botax, dopo mesi di indagini, sequestra un uomo e una donna (leggi tutto)
Gli scrittori di fantascienza basano sempre le loro storie sulle loro esperienze personali. "Scrivi su ciò che sai", è la parola d’ordine. Ma nella fantascienza, dove la vicenda è inevitabilmente collocata in un mondo che al momento non esiste, che senso ha dire "scrivi su ciò che sai"? A rendere più complicato il problema, sta il fatto che molte storie di science fiction sono scritte in uno stile molto naturalistico e realistico. (leggi tutto)