Numeri pubblicati

Premio  Future Shock

Cattedre di fantascienza

FUTURE SHOCK

Pubblicazione di saggistica e narrativa di fantascienza

I nostri link

Concorsi letterari vari

Future Shock e la stampa

Home

Numeri pubblicati

Antonio Gaspari

Curriculum vitae

Le bugie degli ambientalisti

Lettera a Giuliano Ferrara

Sì agli Ogm, ma con responsabilità

Se crollasse la diga delle bufale

Che tempo farà?

Riccardo Cascioli - Antonio Gaspari, “Le bugie degli ambientalisti 2”, Piemme 2006, 206 pagine, Euro 12,90.

Non c´è dubbio che ormai la nostra vita quotidiana si sta rimodellando sulla scorta degli gaspari.jpg (19375 byte)allarmi per i cambiamenti climatici, ovvero per il riscaldamento globale, e tale questione è anche al centro delle relazioni internazionali. Si ha la netta percezione che i cambiamenti climatici siano in realtà un pretesto per raggiungere altri obiettivi. Ma quali?

Ecco allora un nuovo capitolo dell’inchiesta sulle grida d’allarme lanciate dagli ambientalisti che, profeti di sventura per il pianeta Terra, seminano il panico al solo scopo di raccogliere fondi per operazioni demagogiche, ideologiche e politiche che nulla hanno a che fare con la salvaguardia dell’ambiente. Vengono dunque smascherate tutte le menzogne sullo sviluppo demografico, sulla disponibilità di risorse prime ed energetiche, sul rapporto uomo-ambiente, sull’inquinamento, dimostrando infine che il mondo non sta poi così male come ci vogliono far credere.

L’idea di fondo del libro è quella di tentare di spiegare l’ecologia umana secondo gli insegnamenti del magistero della Chiesa cattolica secondo la quale assume valore centrale la questione antropologica, ovvero la concezione dell´uomo e del suo rapporto con la natura e con Dio. La crisi ambientale è anzitutto crisi morale, ovvero una errata concezione di questo rapporto.

Benedetta Cortese (da: Osservatorio internazionale cardinale Van Thuân www.vanthuanobservatory.org recensione di Benedetta Cortese - 11 gennaio 2007)

La fine del mondo? Avverrà per un miscuglio di stupidità di pseudoscienziati e di malvagie trame di un potere diabolico, oltre che naturalmente per il volere di Colui che ha dato inizio a tutta la storia dell’Universo. Giovanni Donna D’Oldenico, medico torinese e padre di nove figli, ha trovato fama di scrittore dapprima con Polvere (Effatà, 2000), romanzo storico ambientato nel Seicento, poi con Giusto (Marietti, 2006), una storia di san Giuseppe riletta genialmente a partire dalla sua imminente morte. Ma con Dodici il nostro Autore cambia decisamente registro: si tratta infatti di una storia ambientata in un futuro abbastanza lontano, ascrivibile quindi alla science fiction (leggi tutto)

Questo libro di padre Carlo Colonna, gesuita, teologo, predicatore, autore di testi che affrontano i temi dell'ecumenismo (Un cattolico risponde ad un evangelico, 2010) e dell'escatologia (L'ultimo giorno della storia. Il ritorno di Cristo e le cose che accadranno, 2010), non riguarda specificamente la fantascienza o science fiction. Tuttavia, ci sembra ugualmente utile segnalarlo all'attenzione dei nostri lettori per le molte attinenze che esso ha, non solo con la fantascienza in generale, ma anche con la linea editoriale della nostra pubblicazione. Il primo elemento di confluenza che subito salta agli occhi, è il tema della presenza e dell'influsso degli extraterrestri o alieni o UFO sul nostro pianeta e sulla vita e la storia degli esseri uman (leggi tutto)

leggi.gif (13047 byte)

"Creare con l’immaginazione un mondo e popolarlo di esseri; e narrare le vicende in modo da dare l’illusione della verità. Questo è proprio creare; fare, poiéin; e questa facoltà è una grazia che gli uomini riconoscono e pagano". È l’originalità, il guizzo di fantasia, l’illuminazione inattesa, lo strumento che l’uomo ha a disposizione per generare qualcosa dal nulla. Nella scienza, come nell’arte, l’originalità è il mezzo più nobile per lasciare un’eredità da tramandare. Non ci sono campi definiti, l’uomo ha un ventaglio di scelte davanti a sé: dalla letteratura alla musica, ma anche dall’astrofisica alla genetica. Tra tutte, la scienza è quell’arte raffinata e, nello stesso tempo esuberante, che esplode come un fuoco d’artificio colorando la vita quando nasce una nuova scoperta (leggi tutto)