Numeri pubblicati

Premio  Future Shock

Cattedre di fantascienza

FUTURE SHOCK

Pubblicazione di saggistica e narrativa di fantascienza

 

I nostri link

Concorsi letterari vari

Future Shock e la stampa

Home

Antonio Scacco

Curriculum vitae

Il gioco dei mondi

Fantascienza e letteratura giovanile

Educazione tra le stelle

Fantascienza umanistica

Critica pedagogica della fantascienza

Racconti del venticinquennale

Scrivi all'autore per avere una copia-omaggio

 

Antonio Scacco

Alieni, astronavi, robot...
Critica pedagogica due

(Photocity Edizioni, Pozzuoli-NA, 2012, pp.175)

 

Come accade spesso nella vita sociale, politica, economica, ecc. di una Nazione, in cui si cerca di risolvere le crisi ricorrenti con le innovazioni, altrettanto avviene in ambito fantascientifico.
James Ballard, ad esempio, tentò di rinnovare la fantascienza con la new wave, Jacques Sternberg con il surrealismo, William Gibson con il cyberpunk. Ma questi tentativi si sono conclusi, per la fantascienza, con un fallimento. Perché?
criticadue.jpg (77105 byte)L'errore di fondo, secondo noi, sta nel non aver capito che la fantascienza non ha una genesi letteraria come il Classicismo, il Barocco, l'Arcadia, il Romanticismo, il Verismo, il Futurismo, ecc., ma nasce con l'avvento della scienza moderna.
La soluzione dell'attuale crisi della fantascienza va, dunque, ricercata nell'ambito della scienza, valorizzando di questa il significato umanistico e contrastandone la degenerazione in scientismo.
Come il precedente volume, Critica pedagogica della fantascienza (Boopen Editore, 2008) , contiene recensioni prevalentemente di romanzi: La croce di ghiaccio di Lino Aldani, L'invincibile di Stanislaw Lem, L'arma invisibile di Gilda Musa…Ma non è dimenticato il cinema di fantascienza: Punto di non ritorno di Paul Anderson, Il quinto elemento di Luc Besson, Avatar di James Cameron… Ogni capitolo è introdotto da un saggio, costituito da un editoriale, opportunamente aggiornato, apparso sulla fanzine "Future Shock". Il volume è arricchito da numerose illustrazioni in b/n, pp.174 (Antonio Scacco, Presentazione).

RECENSIONI

Luigi Picchi

 

Secondo i pensatori di sinistra, per più di millecinquecento anni dall'avvento del Cristianesimo, la civiltà occidentale è rimasta nell'oscurantismo. Quando venne la luce? Quando nacque la scienza sperimentale galileiana, la quale decretò che il senso comune era sbagliato. (leggi tutto)

In Italia, scrittori e critici di fantascienza hanno fatto a gara nel tessere gli elogi dell'ideologia di sinistra, arrivando persino ad annettersi la letteratura di fantascienza con la tesi che "la "science-fiction" è libertaria perché libera la fantasia". A parte il fatto che in America, patria della fantascienza, il marxismo non ha avuto l'eco che ha avuto in Europa e che gli scrittori americani di fantascienza sono per la maggior parte schierati ideologicamente a destra (leggi tutto)

leggi.gif (13047 byte)